14 SETTEMBRE 2024 INIZIANO I CORSI TATTOO, PIERCING, MICRODERMAL E P.M.U DI 30 - 45 - 90 ORE

I CORSI DI MISTER TATTOO

CORSO DI BODY PIERCING

I piercing del corpo hanno bisogno di essere puliti uno o due volte ogni giorno, per l’intero periodo iniziale di cicatrizzazione. Non puliteli più spesso perché questo può irritare il vostro piercing, e allungare la vostra guarigione. Se lo pulite una volta al giorno fatelo alla fine della giornata. La frequenza ottimale dipenderà dalla sensibilità della vostra pelle, dal livello di attività, e dai fattori ambientali.Prima delle pulizie lavatevi le mani accuratamente con un sapone antibatterico liquido e acqua calda. Se lo desiderate potreste indossare un paio di guanti in lattice o vinile e/o utilizzare un gel igienizzante per le mani. Non bisogna MAI toccare i piercing in via di guarigione con le mani sporche. Questo è vitale per evitare infezioni.Preparate l’area per la detersione bagnandola o immergendola con acqua tiepida e assicuratevi di rimuovere ogni crosticina usando un bastoncino cotonato e acqua tiepida. Non fatelo mai con le unghie! Questo passo è importante per la vostra guarigione.Applicate una piccola quantità di detergente sull’area con le mani pulite. Detergete l’area e il gioiello e delicatamente rotatelo avanti e indietro alcune volte per far penetrare la soluzione all’interno.( non c’è bisogno di ruotare il gioiello durante le prime pulizie ) Permettete alla soluzione di detergere per un minuto. Utilizzate la soluzione normalmente, ma non permettete a nient’altro oltre al detergente di entrare nel piercing.Risciacquate l’area accuratamente sotto acqua corrente mentre ruotate il gioiello avanti e indietro per rimuovere completamente il detergente dall’interno e all’esterno del piercing. Asciugate delicatamente con garze o fazzoletti di carta, perché asciugamani o altri tessuti possono accumulare batteri.Cercate di essere pazienti. Ogni corpo è unico, e i tempi di guarigione possono variare considerevolmente. Se il vostro piercing è sensibile o forma secrezioni dovreste continuare a curarlo regolarmente, anche se il periodo normale di guarigione è già passato.Applicare BETADINE SOLUZIONE 2 volte al giorno per una settimana..Un piercing ben curato può guarire in circa 30 giorni.

I CORSI DI MISTER TATTOO

COME CURARE IL BODY PIERCING ORALE

I piercing del corpo hanno bisogno di essere puliti uno o due volte ogni giorno, per l’intero periodo iniziale di cicatrizzazione. Non puliteli più spesso perché questo può irritare il vostro piercing, e allungare la vostra guarigione. Se lo pulite una volta al giorno fatelo alla fine della giornata. La frequenza ottimale dipenderà dalla sensibilità della vostra pelle, dal livello di attività, e dai fattori ambientali.Prima delle pulizie lavatevi le mani accuratamente con un sapone antibatterico liquido e acqua calda. Se lo desiderate potreste indossare un paio di guanti in lattice o vinile e/o utilizzare un gel igienizzante per le mani. Non bisogna MAI toccare i piercing in via di guarigione con le mani sporche. Questo è vitale per evitare infezioni.Preparate l’area per la detersione bagnandola o immergendola con acqua tiepida e assicuratevi di rimuovere ogni crosticina usando un bastoncino cotonato e acqua tiepida. Non fatelo mai con le unghie! Questo passo è importante per la vostra guarigione.Applicate una piccola quantità di detergente sull’area con le mani pulite. Detergete l’area e il gioiello e delicatamente rotatelo avanti e indietro alcune volte per far penetrare la soluzione all’interno.( non c’è bisogno di ruotare il gioiello durante le prime pulizie ) Permettete alla soluzione di detergere per un minuto. Utilizzate la soluzione normalmente, ma non permettete a nient’altro oltre al detergente di entrare nel piercing.Risciacquate l’area accuratamente sotto acqua corrente mentre ruotate il gioiello avanti e indietro per rimuovere completamente il detergente dall’interno e all’esterno del piercing. Asciugate delicatamente con garze o fazzoletti di carta, perché asciugamani o altri tessuti possono accumulare batteri.Cercate di essere pazienti. Ogni corpo è unico, e i tempi di guarigione possono variare considerevolmente. Se il vostro piercing è sensibile o forma secrezioni dovreste continuare a curarlo regolarmente, anche se il periodo normale di guarigione è già passato.Applicare BETADINE SOLUZIONE 2 volte al giorno per una settimana..Un piercing ben curato può guarire in circa 30 giorni.

I CORSI DI MISTER TATTOO

GUIDA BASE PIERCING

Ricordiamo che tutti i piercing vengono realizzati senza anestesia, anche perchè gli effetti posteriori che l’anestesia può causare sono danni.
L’anestesia può essere pericolosa, e può provocare un aumento della fuoriuscita di sangue, e delle infiammazioni. Meglio stringere i denti per qualche secondo e sopportare stoicamente, piuttosto che complicare le cose. Fondamentale per l’ottima riuscita di un piercing è la cura e la pulizia durante la guarigione.
I piercing devono superare due fasi nel processo di guarigione: la prima è il tempo che occorre al foro per assestarsi e smettere di produrre liquido. A questo punto il piercing è guarito e assestato e, a meno che non lo strapazziate, non dovrebbe più infettarsi.
Durante la seconda fase il foro ha tempo di prendere forma e di rafforzarsi, diventando così parte integrante del vostro corpo. È sempre meglio non rimuovere l’orecchino prima di un certo periodo, o il buco potrebbe richiudersi, se non completamente formato, o potreste rischiare ancora delle infezioni. Per la maggior parte delle persone, dopo un certo periodo di tempo, il piercing diventa permanente e questo significa che, con gioiello o senza, il foro non si chiude. Volendo si può allargare con gioielli sempre più larghi di spessore, ma sempre tramite un professionista, mai da soli. Ricordate sempre che più il vostro corpo è tenuto pulito e in buona salute, più velocemente guarirà il vostro piercing. Abbiate cura quindi, del vostro nuovo piercing, ma anche della vostra salute fisica e mentale, e tutto andrà per il meglio. Se qualche problema dovesse presentarsi, consultate subito il vostro piercer, che saprà darvi un nuovo metodo di cura e i consigli più adatti. Mai farsi bucare con una pistola da orecchie… il danno potrebbe essere permanente e il nuovo buco potrebbe non guarire mai completamente.
Il piercing all’ombelico era considerato come segno di regalità per gli antichi Egizi, qualcosa di molto esclusivo. Occorre avere un ombelico ben fatto per potersi fare il piercing, non tutti sono adatti. di solito è la pelle subito sopra all’ombelico ad essere bucata, ma si può mettere anche sotto o ai lati. È un piercing abbastanza difficile da guarire e conservare. Richiede un grande spirito di cura, dato che può essere facilmente irritato da cinture, da pantaloni troppo alti e stretti, o dal troppo piegarsi e sedersi. Se non site fermamente convinti e non avete intenzione di curarlo come si deve, questo piercing non fa per voi. Non ha funzioni sessuali dirette, ma il suo effetto visivo è molto attraente e sensuale. È uno tra i piercing più diffusi al giorno d’oggi.

Nostril (Narice)

È un piercing molto popolare, anche se molta gente non è proprio cosciente dei rischi che può comportare una tecnica sbagliata di installazione. Il posizionamento e la tecnica sono importanti , così come l’uso di una gioielleria adeguata. Non permettete che vi buchino la narice con una pistola da orecchie, e non usate un comune orecchino per il piercing alla narice, dato che gli orecchini per i lobi sono troppo corti e la loro chiusura non permette di pulire adeguatamente il foro. È molto affascinante e sensuale sulle donne.

EyeBrow (Sopracciglio)

Questo piercing passa normalmente da un punto all’altro dell’estremità del sopracciglio. Può essere messo in modo orizzontale o, più comunemente, in verticale. Anellino o barretta, l’importante è che non dormiate a faccia in giù durante il periodo della guarigio

Labret (Labbro)

È un piercing di origini antiche che si posiziona esattamente al centro del labbro inferiore, più o meno in basso, secondo il gusto personale. Durante la guarigione, il labbro può gonfiarsi per un paio di giorni. Anche in questo caso è essenziale prendere le giuste misure dell’anello o bella barretta da inserire.
Può essere messo su tutta la lunghezza delle due labbra: Durante la guarigione potrebbero gonfiarsi. Niente baci “spinti” per almeno sei settimane, quindi…

Ear (Orecchie)

Il posto più comune da forare è il lobo delle orecchie. Altre parti come la cartilagine che si trova nell’alto dell’orecchio o di lato, sono più veloci a guarire se il foro è fatto un po’ più largo della misura del gioiello, per far sì che la pelle respiri e abbia lo spazio per adattarsi all’orecchino.

Surface (Braccio)

Questi piercing possono essere fatti attraverso le zone di pelle a superficie piana che preferite.
sono di scoperta recente, quindi vanno fatti con molta cautela e sempre affidandosi alle mani di un piercer esperto, che saprà come consigliarvi nel modo migliore posizioni e cure.

Tongue (Lingua)

Questo piercing può essere fatto in vari punti sulla lunghezza della lingua. Guarisce molto rapidamente ed è uno dei piercing meno dolorosi.
Durante la guarigione vanno tenuti una barretta o un “chiodo” dalla base piatta. I gioielli devono essere assolutamente della giusta misura, quindi le misure vanno prese prima di forare in modo appropriato. Ci si può aspettare che nei primi tempi la lingua possa gonfiarsi, quindi programmate una dieta liquida per il periodo della guarigione.

Nipples (Capezzoli)

Il piercing dei capezzoli non è esattamente una novità. già i famosi centurioni romani, le guardie di Cesare, portavano orecchini ai capezzoli come segno di virilità e coraggio. La pratica era anche diffusa tra le donne durante l’epoca vittoriana, si dice, per aumentare la misura dei capezzoli e renderli più attraenti. Insieme alle orecchie, è una delle zone preferite da forare. l capezzoli vengono di solito bucati orizzontalmente, ma si possono fare anche in diagonale o in verticale. ll loro posizionamento è fondamentale, e per quanto riguarda le donne, bisogna sempre prima misurare i capezzoli, sia eretti che “a riposo”. ll piercing viene fatto sempre al centro del capezzolo, non troppo in avanti, né troppo indietro. La cura dei nipple piercing è molto importante: non usare il reggiseno per qualche tempo e tenere sempre addosso indumenti puliti. Una volta guariti, i piercing ai capezzoli vi provocheranno piacevolissime sensazioni in tutto il corpo.

Ciao, hai bisogno di info?